Il ritorno di Luc Besson con il visionario “Valerian e la città dei Mille pianeti”

Dopo essersi preso una pausa dal film “Lucy” del 2014, il visionario Luc Besson torna al cinema e lo fa in grande con un kolossal, considerato il più costoso di sempre per il cinema francese. Il nuovo lavoro del regista ha infatti un budget di 180 milioni, raddoppiando così i costi di produzione del precedente primato di Asterix alle Olimpiadi”. “Valerian e la città dei Mille pianeti” è una pellicola fantascientifica tratta dalla graphic novel anni ‘60 “Valerian e Laureline: agenti spazio-temporali” di Pierre Christin e Jean-Claude Mézières. Il film è ambientato nel 28° secolo e racconta di un universo intergalattico in cui migliaia di specie coesistono pacificamente tra loro grazie ad una condivisione della conoscenza e ad una empatia verso il diverso. Il regista ha creato un immaginario fatto di creature fantastiche oltre l’immaginabile che abitano un universo dove lo spazio e il tempo non rappresentano un limite ma la possibilità di esplorare nuovi mondi, dove il maggiore Valerian, insieme al sergente Laureline, sono incaricati di mantenere l’ordine interplanetario. “È fantascienza ma denuncia i genocidi, così riesco a farmi ascoltare” dice Besson.

Quello di Besson è un ritorno alle origini ed un’immersione nel pieno del suo immaginario. Difficile infatti non trovare parallelismi con il film cult “Il quinto elemento” in cui il tassista ed ex soldato interpretato da Bruce Willis si trova involontariamente ad aiutare la tanto bella quanto misteriosa Milla Jovovich, in una New York invasa da automobili volanti come la Los Angeles di “Blade Runner”. Era il 1997 ed a distanza di vent’anni Besson riesce a portare sul grande schermo quello che probabilmente era il film che avrebbe da sempre voluto realizzare. “Da quando è apparso Avatar ho capito che tutto sarebbe diventato possibile e che lunico limite sarebbe stata limmaginazione dice il regista. Gli effetti visivi realizzati dalla Weta Digital e Rodeo FX, sono quello che di più audace si possa vedere in un film di fantascienza e rendono al meglio solo grazie al 3D. Besson per questo film riprende l’estetica di pellicole cult, considerate pilastri del genere: Max, la navicella spaziale di “Valerian”, ricorda quella di “Stars Wars”, i personaggi di “Avatar” invece hanno fattezze simili a una specie incontrata da “Valerian” durante la sua missione.

La pellicola è interpretata da Dane DeHaan, già visto in “The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro” e in “Life” dove ha interpretato James Dean. Per la scelta della co-progonista, invece, Besson ha visto nella neo icona Cara Delevingne la giusta personalità capace di interpretare un personaggio tanto coraggioso quanto sensibile come Laureline, la sua è probabilmente la performance più attesa. In quanto a scelta del cast femminile, Besson ha il merito di aver lanciato l’iconica Milla Jovovich l’eroina d’azione per eccellenza, apripista di quella che poi è stata la successiva ondata di eroine presenti in molti film di fantascienza come Kate Beckinsale in “Underworld”, Charlize Theron in “Eon Flux” o Scarlett Johansson in “Ghost in the Shell”. Del cast di “Valerian” fanno parte anche Rutger Hauer (come non ricordarlo in “Blade Runner”), John Goodman, Clive Owen, Ethan Hawke, lo storico jazzista Herbie Hancock e Rihanna.

“Di Valerian mi piacerebbe farne una trilogia questa è la promessa del regista, vedremo se riuscirà a mantenerla.

Cast: Dane DeHaan, Cara Delevingne, John Goodman, Clive Owen, Ethan Hawke, Herbie Hancock e Rihanna
Data di Uscita: 21 Settembre 2017

© 2016 Leone Film Group

HEAD OFFICES

Via Birmania, 74/76 - 00144 Roma

Tel. 065924548 – Fax 065915367

email: info@leonefilmgroup.com

Licenza S.I.A.E. 4623/4309

Partita Iva Codice Fiscale e Numero Registro Imprese di Roma

03570191001  

 

Pin It on Pinterest

Share This